Questo albergo che ha ottenuto numerosi premi internazionali di design, sorge sulla riva del Danubio come un faro con la sua colorata facciata in vetro. Nel suo seminterrato, si trovano le rovine di una medioevale torre d'acqua.

Lánchíd 19 Boutique Hotel Budapest beltér

Lánchíd 19 Boutique Hotel Budapest étterem

Lánchíd 19 Boutique Hotel Budapest lobby

Lánchíd 19 Boutique Hotel Budapest homlokzat este

Nel Lánchíd 19 non ci sono camere uguali: ogni camera ha la sua atmosfera unica, in ogni camera si incontra una creatività inspirata dalle sedie moderne. La concezione è stata elaborata e realizzata dagli studenti giovani e creativi dell’Università di Arte e di Design Moholy-Nagy.

Nel seminterrato i resti delle mure trecentesche e di una torre d’acqua sono stati scavati e oggi fanno parte integrante di una delle sale di conferenza. Le rovine sono visibili anche attraverso del pavimento di vetro della hall. Le scoperte archeologiche servono come un contrasto architettonico per l’atrio innovativo, dove sulla superficie del vetro smerigliato dei ponti sospesi in vetro, si raffigurano le impronte digitali dei creatori dell’albergo. Nella hall si trovano tre dipinti dalla celebre pittrice francese Françoise Gilot che è conosciuta anche come la compagna di Picasso.

I giovani grafici, fotografi, designer e stilisti hanno creato delle soluzioni uniche con un metodo di stile “workshop”, soluzioni che armonizzano perfettamente con gli ospiti dell’albergo da qualunque paese arrivino. Gli artisti erano piuttosto quei giovani che con coraggio si sono affrontati la sperimentazione e un punto di vista dal quale il modo di vedere suggerisce una certa giocosità. È per questo che tra le 45 camere e 3 appartamenti del Lánchíd 19 non troviamo delle camere uguali. Sui muri delle camere si proiettano associazioni che sono state ispirate dalle sedie progettate dai designer di successo mondiale. Per esempio, con un guardaroba di una settimana, i nostri ospiti possono vestire una sedia di Erwan&Ronan Bouroullec che i creatori hanno trovato nuda. Possono “guardare un film” con la sedia Pacific del designer George G. Sowden o possono ballare con il Louis & Victoria Ghost di Philippe Starck. Ma possono ammirare anche una foto di matrimonio sulla quale la sposa è la sedia di Verner Panton. Nel Lánchíd 19 nemmeno l’uniforme è un abito di confezione: un stilista ungherese ha disegnato il vestito del personale che corrisponde allo stile dell’albergo.

Inscrivetevi alla nostra news letter
per essere informato/a subito sui programmi di Budapest e sulle nostre offerte migliori!
Inscrivetevi alla nostra news letter